La prima bevanda alla canapa a base di vino bianco marchigiano.

Unione di gusto tra il “bianco marchigiano” e la canapa di Canapa Verde.

Bevanda aromatizzata a base di vino e infiorescenze di canapa

Alcool: 12,50 %

Vista: limpido, giallo dorato

Olfatto: intenso, complesso, fine, elegante, minerale, speziato, fruttato, floreale Sentori di idrocarburo, erbaceo, fieno falciato, terroso, pietra focaia, grafite, ardesia Grazie ai terpeni, cannabis e vino condividono una straordinaria varietà di aromi e sapori, soprattutto floreali resinosi ed erbacei.

Gusto: morbido, corposo, fresco, sapido, intenso, persistente, armonico

Abbinamenti: pasta, pizza, formaggi invecchiati, carni bianche

La prima bevanda alla canapa a base di vino bianco marchigiano.

Unione di gusto tra il “bianco marchigiano” e la canapa di Canapa Verde.

Bevanda aromatizzata a base di vino e infiorescenze di canapa

Alcool: 12,50 %

Vista: limpido, giallo dorato

Olfatto: intenso, complesso, fine, elegante, minerale, speziato, fruttato, floreale Sentori di idrocarburo, erbaceo, fieno falciato, terroso, pietra focaia, grafite, ardesia Grazie ai terpeni, cannabis e vino condividono una straordinaria varietà di aromi e sapori, soprattutto floreali resinosi ed erbacei.

Gusto: morbido, corposo, fresco, sapido, intenso, persistente, armonico

Abbinamenti: pasta, pizza, formaggi invecchiati, carni bianche

La prima vendemmia, un'autentico successo.

Un'esperimento ben riuscito.

Ogni esperimento nasce da un'idea, tutto inizia dal desiderio di Alessio Amatori di unire l'antica tradizione vinicola del territorio jesino con un'altra altrettanto antica e radicata: quella della canapa. La prima produzione di bottiglie avviene nel luglio 2017 in pochi esemplari, che vengono da subito venduti.
Da esperimento questa bevanda diviene subito un prodotto apprezzato dagli amanti della canapa e non solo, visto il successo ottenuto Canapa Verde decide di ripetere la produzione per l'annata 2018 !

Una collaborazione di successo.

Grazie alla collaborazione con la Cantina Tenute Pieralisi, siamo riusciti ad abbinare alla Canapa un prodotto locale come il Vino. Il progetto è piaciuta subito al titolare della cantina Andrea Pieralisi e all'enologo Simone Schiaffino. Il risultato è stato dopo 10 giorni di prove con le infiorescenze, una Bevanda che ha tutto l'aroma e i profumi della canapa e la gradevolezza del vino bianco. Tecnicamente e per dettami di legge non si può etichettare il Canavì come vino, ma come bevanda aromatizzata con una base di vino bianco e di canapa. Sempre secondo la norma nazionale il prodotto è ampiamente sotto la soglia di THC consentita, valori dimostrati dalle analisi sulle infiorescenze utilizzate. Per la produzione viene utilizzato solo prodotto fresco.

Un successo alle fiere di settore

Il successo di CanaVì non è limitato al solo territorio di produzione, infatti sin da subito ci siamo impegnati a farvelo provare nelle fiere di settore in giro per l'Italia e non solo...
Canapa Verde deve gran parte del proprio successo proprio a voi, che vi aggirate negli stand delle fiere e alle vostre preziose opinioni in merito ai nostri prodotti.....

Condividi